Biografia

Share Button

Mario Attombri, Mistico, Uomo di Pace, straordinaria figura di Maestro yoga,  è colui che ha realizzato il più alto livello di consapevolezza (samadhi) e ne rende testimonianza nel suo stesso essere, nelle sue parole, nei suoi pensieri affinchè a chiunque si avvicini, con cuore sincero, sia dato di partecipare ad una nuova e piu ampia comprensione della Realtà della Vita.
Nasce a Noale il 19 Novembre 1947. Personalità eclettica, attiva e autentica, manifesta già da bambino uno spirito creativo e originale. La sua innata passione per la Natura lo porta a trascorre molto tempo immerso in essa così da poterne apprendere direttamente l’antica Sapienza.
Ancora ragazzo viene iniziato al cammino spirituale yogico dal suo Maestro, un Sufi, e con lui inizia a viaggiare; percorre numerosi e differenti sentieri della Terra, attraversa gli altipiani dell’Anatolia fino a raggiungere Konia, cuore della confraternita dei dervisci rotanti e con loro danza sperimentando l’estasi del Semâ. Con il suo Maestro vive la realtà della mistica islamica, della preghiera, dello dikhr anche in altri Paesi, in altri continenti – Kurdistan, Afghanistan, India, Iran, Turchia, Egitto, ecc.

Marioji è ricevuto da Papa Giovanni Paolo II nel 1996

Incontra asceti, mistici, monaci, sciamani, guaritori, Maestri di grande levatura spirituale e Guide Illuminate con i quali si confronta riallacciando la catena iniziatica. E anche grandi Yogi che su questa antica disciplina costruiscono un vero e proprio sistema di vita, un modo di essere e non di fare, una via diretta alla conoscenza dello Spirito Creatore.
Diventa egli stesso – non per scelta, bensì per “elezione”- uno Yogi, un Maestro, un Guru con il nome di SRI GURU RAJA YOGI LAHARI.
Ma ancora una volta si distingue da tutti gli altri, rimanendo soprattutto un uomo, un marito, un padre che lavora e vive in mezzo a tutti noi, anche quando nell‘anno 2005 gli viene conferito il titolo di Swami – SRI YOGANANDA PURI SWAMIJI – con il quale si indica colui che rinuncia al proprio ego per vivere nel Sé. Non si allontana dal mondo, non si ritira in un ashram.

Libero da condizionamenti ideologici, religiosi, da maestri, guru… esorta ad essere liberi, perché solo nella piena libertà l’uomo può conoscere se stesso uscendo dal perverso meccanismo mente – ego che lo tiene prigioniero.

In India nel 2000
In India nel 2000

Instancabilmente lavora, ricerca, tace, medita, scrive, insegna, ama tutti: il mondo e le sue creature perchè tutto è Dio.
Non è possibile descrivere, raccontare Marioji senza toccare gli aspetti del suo misticismo. Il suo essere amore e dare amore che si manifesta nell’accettazione di tutti, nella compassione, nella dedizione e comprensione con cui si adopera nei confronti di chi sta male o ha sete di conoscenza; nella pazienza di accogliere chiunque, ascoltando, curando; nel lasciare spazio al silenzio poiché la conoscenza vera si trasmette da anima ad anima e non con le parole.
Oltre ad essere mistico, Marioji è anche mistagogo, ossia colui che ha fatto l’esperienza di Dio e  accompagna nel cammino chi la fa. Indica la Via da seguire non a parole ma con la sua stessa esperienza di vita