Cosa dicono di lui

Share Button

Forse qualcosa possiamo comprendere su Marioji, leggendo ciò che dicono di Lui i Maestri dall’India.

 Sri Sri Sri Tiruchi Maha Swamigal – Bangalore

Avete avuto una grande fortuna ad incontrare Marioji, non capita a tutti, e non dovete buttarla via. Senza la guida di un Maestro il cammino spirituale è molto arduo, per questo Dio ha mandato Marioji per aiutarvi. Stategli vicino e proteggetelo, perché ne avrà bisogno; accuditelo nelle sue necessità. Siate uniti e sarete una grande forza. L’Armonia crescerà e vicino a Lui raggiungerete la conoscenza del Sé.”
Quando Sri Tiruchi ritornò a Noale per il I Congresso di Meditazione e Preghiera “Dalla Speranza alla Pace”(1995), ribadì pubblicamente le stesse parole approfondendole: “Voi di Noale siete fortunati ad avere Marioji come Maestro. Dovete stringervi attorno a Lui perché è stato mandato da Dio per aiutarvi nel cammino spirituale. Lui sa cosa deve fare: è Dio che parla attraverso di Lui. Quasi tutti i grandi Maestri, come Gesù, Maometto, Guru Nanak, Mevlana, sono nati in piccoli paesi, da famiglie povere e hanno fatto spesso lavori umili: lavorato la terra, accudito il bestiame…
Tutti, come Marioji, hanno insegnato con umiltà e amore. Arriveranno momenti difficili: per invidia e per paura ci sarà chi attaccherà Marioji. Rimanete uniti, l’Armonia crescerà ovunque, diventerete tanti. Come l’insegnamento di San Francesco non venne capito mentre era ancora in vita, così la sua opera sarà compresa pienamente solo fra tre o quattro generazioni. Egli sta operando per la vera pace, quella che ognuno costruisce dentro di sé. Ogni Maestro viene sulla terra per compassione e per un compito specifico. Quello che Dio ha dato a Marioji è di aprire a tutti la via dello Spirito. Egli possiede l’umiltà di chi conosce l’Amore
“.

Baba Balak Nath Maharaj – Jaipur

…Baba Balak Nath, dal cuore di bambino, ci mostrò anche un neo sulla gamba e indicò dove Marioji ne aveva uno uguale, spiegandoci che quello era il segno che contraddistingue i Nath o “Guru del Fuoco” (dal libro: In viaggio con Marioji e Grazia).
Marioji è tornato sulla terra per compassione e per aiutare l’umanità a ritrovare se stessa. Cercheranno di ostacolarlo in questo compito, perché insegna agli uomini a diventare liberi, a vedere le cose e gli eventi da una nuova angolazione, risvegliando le loro coscienze con la forza dell’Amore.”

Yogi Bajan

Durante un incontro con Yogi Bajan ad Assisi. “Ti ho già detto che non avrai più bisogno delle mie profezie. Io ti sono servito quando volevi formare un gruppo e avevi solo cento persone. Questo era il mio compito ed oggi è finito. Sei tu il mio Maestro ora.”
E poi volgendosi a Grazia, compagna di Marioji in tante vite: “Tu sei forte come l’acciaio, stagli sempre vicino!”, disse imperiosamente. Ma non era finita qui. Yogi Bajan avvicinò l’inseparabile bicchiere di latte e quasi gridando disse: “Giura!” Fece mettere la mano di Marioji sul bicchiere: “Giura che non mollerai! E non preoccuparti di niente. Io ti sono servito solo quando volevi mollare tutto“. Dopo il giuramento bevve il latte e continuò: “E adesso incomincia a fare il Guru“.